sabato 6 ottobre 2012

IL CAVALIERE OSCURO: IL RITORNO (2012) di Christopher Nolan


Nella vita ci sono cose che ti prefiggi di fare in un determinato modo, ma gli eventi, il caso o la naturale tendenza di tutto all'entropia dettano loro legge . Guardate me, per esempio, mi ero ripromesso di non parlare del Cavaliere Oscuro il ritorno finchè non fosse stato dimenticato da tanti ,o almeno fino a che non avessi visto tutti i componenti della trilogia (mi manca giusto il Batman Begin primo della saga, ed ho amato il Cavaliere Oscuro ed il suo BrokebackJoker!! ).
 Avrei voluto descrivere in un'unica esaltante review la trilogia Nolaniana, primo grande colossal tripartito degli anni 10 del XXI secolo. Invece, complice un vecchio amico che non vedevo da mesi, un multisala che offre la visione a soli 2euri e50(!!!) (solo il lunedi) e il fatto che sia passato ormai un mese dalla sua uscita ufficiale, decido altrimenti.
Fila F, posto 10, popcorn, limonata ... Che lo spettacolo abbia inizio!!!.



 Sono passati 8 anni dalle vicende raccontate nel capitolo precedente. Batman (Christian Bale con maschera) ha fatto ricadere su di se le responsabilità dell'incidente ad Harvey Dent (che l'opinione pubblica crede morto, ma che è diventato , impazzendo, il temibile e deturpato DueFacce), venendo percepito di fatto come un criminale e sparendo dalla circolazione.
Bruce Wayne (Christian Bale senza maschera) è depresso di brutto, si piange addosso , è abulico e pure un pò zoppo. Il batsegnale è vecchio e polveroso ed il Commissario Jim Gordon (Gary Oldman)non è da meno.
Gotham  non ha più il suo eroe,
anestetizzata dai media nel ricordo di Harvey Dent, attua un  decreto per il controllo più duro nei confronti del terrorismo metaumano.Le aziende della Wayne Enterprises sono in fallimento e presto Bruce deciderà di affidare l'azienda a Miranda Tate. La crisi economica investe tutti e si scopre che per cercare un lavoro la gente, spesso i più giovani, si spingono nel sottosuolo della città , dove c'è qualcuno che paga! Colui che paga è Bane (Tom Hardy), un essere enorme ed agghiacciante, forte e spietato come una belva feroce,un terrorista mercenario in grado di mettere a ferro e fuoco Gotham City, grazie ai suoi schiavi sotterranei. Gotham dovrà soccombere , non solo fisicamente e militarmente, così perdendo le più intime sicurezze, le più radicate convinzioni. Potrebbe esplodere una rivolta.
Il ritorno di Batman diventa prioritario, e gli scontri con il potentissimo Bane epici e devastanti.
Quel gran rompiballe di Alfred Pennyworth (Michael Cane) decide di lasciare il suo lavoro come maggiordomo di casa Wayne, in contrasto con la decisione del suo capo. A fianco Bruce/Batman si troverà, inaspettata alleata, una ladra professionista ,una poco di buono agile e profittatrice, CatWoman/Selina Kyle (Anne Hathaway), oltre al sempre prezioso Lucius Fox (Morgan Freeman) ed al poliziotto John Blake (Joseph Gordon-Levitt) , che studia da futuro Robin.
Attraverso colpi di scena efficaci, che riportano in scena eventi che si ricollegano a Batman Begin e alla Setta delle ombre, si arriva ad un finale, caduta/rinascita/resa dei conti, che resta sospeso....


 

 
 
 

 







...Lamentazioni di un Fumettofilo...
Adoro i fumetti! Nonostante i capelli stiano diventando bianchi e tutto quanto, a partire dalla carta di identità, dica che sono un adulto, continuo ad amarli visceralmente.
Nella grande cosmogonia dei nerd fumettofili mi colloco più come un Marvel-Maniaco che come DcComics-Zombie. Ma è impossibile non amare Batman o resistere al richiamo di un personaggio che dai fumetti scappa verso nuovi media sempre con grande successo e innovazione, e al cinema ha sempre sfondato anche quando ha floppato al botteghino. Batman è fico quasi come Wolverine (ho detto quasi) e, in quanto miliardario, inventore e playboy, Bruce Wayne è più simpatico di TonyStark/Ironman,non ha un armatura ipertecnologica a proteggerlo ed ha una personalità più oscura.
Ciò che è lo deve solo alla sua maniacale volontà, alla sua intelligenza ed al suo allenamento fisico.Il fatto che sia orfano e che i genitori siano morti sotto i suoi occhi, gli da un alone da eroe Rape and Revenge irresistibile...Nato alla fine degli anni 30 sulle pagine mitico comic book "Detective Stories",dopo 40 anni di successo, negli anni 80 la sua sceneggiatura viene curata da una nuova generazione di artisti anarchici e rivoluzionari, su tutti Frank Miller, che lo rendono il caracter a cui Nolan si è dovuto rifare nei suoi film.
Per questo film è infatti tornato a documentarsi sulla mitologia del personaggio leggendo tantissimi fumetti, tra cui Knightfall (dove il personaggio di Bane viene alla luce), Il ritorno del Cavaliere Oscuro di Frank Miller, Batman Terra di nessuno di artisti vari tra cui Greg Rucka.

...fine delle lamentazioni di un Fumettofilo....

Christopher Nolan  ha ordito, nel corso di tutta la trilogia, una trama all'altezza del miglior sceneggiatore di fumetti , sovvertendone la continuity (sempre meno importante anche nei fumetti per fortuna), per dare la sua visione del personaggio, senza stravolgerlo entro i suoi tratti caratteristici. Parrà una banalità ma credo che questo aspetto sia basilare quando si tratta un personaggio dei comics.In effetti il regista, fin dai suoi esordi, ed in particolare con Memento(2000), tende ad essere molto legato al racconto, questo fa nascere altre storie intorno, che gli danno spunto per interessanti sottotrame e colpi di scena inaspettati. E' un regista molto interessato ai suoi personaggi, li mette a nudo attraverso sentimenti forti come la vendetta o la rivalsa. La chiosa Nolaniana mette di nuovo in risalto la figura di Bruce Wayne. E' immancabile l'uso smodato della tecnologia ed alcune diavolerie e macchinari sono veramente notevoli (su tutto il Bat Wing!!!). AlLa Sceneggiatura (che a volte balla) di questo capitolo ha collaborato il fratello Jonathan,  gli altri due episodi erano stati sceneggiati con la collaborazione di David S.Goyer. Rispetto ai film di Tim Burton sul personaggio, la trilogia risulta  più curata nella multi-dimensionalità dei personaggi. Nei due Batman di Burton (1989 e 1992) abbiamo una Gotham City che non è mai più stata cosi dark e dei caracters colorati, folli e favolistici. Nolan rende la città ipertecnologica e claustrofobica e i suoi abitanti tridimensionali, tormentati e consunti.
Christopher Nolan

Il parco attori è  succulentissimo, con tanti ottimi attori della nuova generazione e una mezza dozzina di mostri sacri, oldies but goldies .
Il Batman interpretato da Christian Bale è funzionale, ma non esaltante. Benchè da una parte sia conscio delle difficoltà nell'interpretare un antieroe come il pipistrello, sono sicuro che un pizzico in più di carisma non guasterebbe. Anche Michael Keaton, che ha interpretato i Batman di Tim Burton negli anni novanta, era piuttosto tiepidino, schiacciato dalle interpretazioni dei comprimari (Nicholson, Pfeiffer, DeVito).
 Bale, schiacciato, lo è stato nel Cavaliere Oscuro, dall'interpretazione magistrale di Heath Ledger(Un Joker migliore di quello di Jack Nicholson, non ho paura a dire.), ma in questo capitolo è piuttosto a suo agio.
Christian Bale
Tom Hardy (Bane) è purtroppo penalizzato dalla mascherina rilascia antidolorifici che sempre porta, ma soprattutto dal doppiaggio italiano.  L'effetto scelto per la sua voce è orribile , al limite dell'incomprensibilità, un effetto "vocoder" simil Jigsaw di Saw che non fa più paura nemmeno nei film horror (spero in lingua originale sia meglio...). Hardy è un buon attore, ma in questo film è difficile capirlo appieno. Ottima fisicità.
Tom Hardy (Bane)

Anne Hathaway (CatWoman) si è trovata di fronte una bella Gatta da pelare. Quel gran pezzo della Michelle Pfeiffer in Batman Returns del 1992 , ci ha regalato una CatWoman praticamente perfetta, una felina strafiga, furba, agile e potente.La Hardaway è meno erotica ,ma più affascinante e selvaggia. Non meno scaltra a portare a casa la pellaccia, si inguina alla perfezione nella sua tutina ed ha delle orecchie multiaccessoriate da urlo. Il paragone tra le due è impossibile, sono due fascini troppo diversi, ma la nuova gattina è molto molto intrigante...

Anne Hathaway (CatWoman)


Marion Cotillard è La signorina Miranda Tate dal passato oscuro e dalla gran voglia di destare Bruce Wayne dalla sua atarassi, prima di tutto facendogli fallire l'azienda. Un'attrice molto forte e controllata.
Marion Cotillard
 Michael Cane, da grande attore quale è, ci da un Alfred che più rompicoglioni non si può. Preferirebbe, per il suo datore un buen ritiro, e quando non viene accontentato continua a menarla con la pericolosità e le ferite già subite. Un vecchio rompiballe malinconico che sogna di vedervi sposato e pieno di bambini insomma...
Alfred cheppalle!! ...non fare quella faccia dai...
Joseph Gordon-Levitt è John Blake, poliziotto con la mania del giustiziere che intuisce l'identità di Batman, ne diviene alleato e chissà forse collaboratore futuro, ottima la sua interpretazione.
Joseph Gordon-Levitt

Il Commissario Gordon di Gary Oldman è uno dei migliori mai visti, un uomo in lotta da sempre che vede la ragione della sua vita, la sua città, scivolare nella follia. L'attore ha il giusto grado di tormento interiore dando al personaggio venature da storia Hard-Boiled
Gary Oldman
 Morgan Freeman nella parte di Lucius Fox,  è letteralmente "Quel gran genio del mio amico.." della canzone di Battisti/Mogol, ha sempre una soluzione, hai giocattoli più fighi ed è sempre convincente...è un signor professionista e non sto scoprendo nulla, sempre sul pezzo.
Morgan Freeman

Ma sbaglio o il sindaco di Gotham è  Richard Alpert del serial Lost !!?? Ma è proprio lui il mitico Nestor Carbonell!!
Nestor Carbonell



Frase del film:
Chiunque può essere un eroe, anche un uomo che fa una cosa semplice e rassicurante come mettere un cappotto sulle spalle di un bambino, per fargli capire che il mondo non è finito.
(Bruce Wayne a Gordon)


 
Trailer



Curiosando:
Questo Terzo capitolo ha fatto record  al botteghino , andando meglio dei primi due capitoli con più di un Miliardo di dollari di incasso complessivo ed entrando nella top ten degli incassi più grossi della storia del cinema,rendendo Batman il più multimediale dei supereroi nati dalle pagine a fumetti.
La BatMobile Terroristica
Il BAT WING!!!



...L'ultima e andiamo:
 Non sono tante le pellicole cinematografiche di genere superomico ben riuscite.
Paradossalmente in passato hanno avuto più successo i film su personaggi dei fumetti minori o underground come il Corvo, Watchmen, From Hell, Blade e Kick Ass. Da un pò di tempo non è più così. I Batman di Nolan, in continuità con quelli di Tim Burton, con il primo SpiderMan, insieme ai quattro film sugli Xmen  e forse Avengers, sono una piacevole eccezione. Che i tempi si siano divenuti maturi perchè, questo genere, si esprima in tutto il suo potenziale?




Durata: 164 minuti.

3 commenti:

  1. Ciao Dottore!
    Partiamo dal fondo, che' hai scordato Hell-Boy come cinefumetto di buona resa. ;)

    Ora,
    Non voglio assolutamente commentare o controargomentare l'analisi che fai di quest'ultima( si spera) fatica di Nolan sul pipistrello; capace che poi non ne usciamo..
    Ma di una cosa che osservi, e a ragione, del regista, forse non hai tenuto conto.
    Cristoforo il Nolano e'fine narrator di intrecci e abbondante spalmatore di spessori dei suoi interpreti(deve a questo il suo successo).Hai citato giustamente Memento e se ne potrebbero aggiungere altri, con in coda perche' no,anche i due primi episodi della trilogia.
    Ora...Mi vuoi spiegare come questa pellicola noiosa ed infarcita di buchi narrativo/logici degni di quella vaccata a cinghia di trasmissione di Prometeus( a proposito: davvero un ottimo lavoro,il tuo amico di Lost.E' probabile che ora lo interdiranno dall'esercizio di qualsivoglia attivita'appropinquabile alle Scienze dell Immagine,ivi compresa fare la maschera) possa soddisfare proprio un giramanovella di quel tipo?cioe'..non e' che stiamo parlando di michael bay e compagnia! Questo per dirti che l'ho trovato il peggiore dei tre.

    E non mi toccare jach nicolson che ti scendo gente.

    RispondiElimina
  2. Professò, Ho dimenticato ben più di HellBoy..pensa che anche M.I.B. è tratto da un fumetto...e poi lo sa invecchiando divento più buono e non ho detto nulla dei deludenti film da fumetto...pensa ad Hulk...ne avessero azzeccato uno di film ,e Wolverine?..e poi come Capitan America non ti vanno a scegliere l'uomo meno carismatico di Hollywood? E i Fantastici 4?? e lanterna Verde? che già in italia non se lo caga nessuno lui e tutte le guardie della galassia.... c'era da fare un decalogo. e infatti se pensi al decalogo di cagate di film da fumetto e le poche pellicole invece ben riuscite io ci metto anche i tre Batman di Nolan...Il Begin ancora tardo a vederlo,(ma mi dicono che è bello), Il cavaliere Oscuro una bomba di film, e questo terzo va abbastanza tranquillo, se riesci a non pensare alla voce ridicola che hanno scelto per il cattivo...Forse il mio errore e non riuscire completamente a vederlo slegato dagli altri ed il mio giudizio ne risente. Ripeto che il terzo ha la sceneggiatura di un buon fumetto (e questo penso basti), il secondo è un capolavoro..il primo, ti diro..

    RispondiElimina
  3. Guarda l'unica cosa veramente indisponente di questo, e anche l'unica che non gli si puo'perdonare, sono le terrificanti mancanze del plot.E credo che anche tu, in un fumetto, figurarsi al cinema, le troveresti impossibili.Sono cosi' tante da essere innumerabili e ben poco scusabili, e gia' evidenziate dalla maggior parte del pubblico( leggere per credere).
    Da Nolan uno non se lo aspetterebbe di certo, date le precedenti pellicole.
    Gente che rifugia i bambini in un pulman prima di un'esplosione nucleare li' a due passi, gente che si riprende da rotture spinali in un paio di settimane...giusto per citarne un paio su due piedi.e per essere un cinefumetto e' il piu' palloso della trilogia.

    Poi, se tu accetti la hattaway come catwoman..be'.. ;)

    RispondiElimina

Commentate, Gente, le visioni avute !!!...
Per meglio interagire col Blog si consiglia di fare click su "Unisciti a questo sito", in alto a destra nella Home page, Grazie.